Non esiste psichiatra al mondo migliore di un cucciolo che ti lecca il viso.

B. Williams

Gli Interventi Assistiti con gli Animali (Attività, Educazione e Terapie) più comunemente conosciute sotto il nome di Pet-Therapy, sono interventi ludico-ricreativi, riabilitativi e educativi che si svolgono con l’impiego di animali ritenuti idonei (per docilità, attitudini ed educazione) condotti da operatori specializzati. Tali interventi sono rivolti prevalentemente a bambini, adulti, anziani e disabili; persone con disturbi della sfera fisica, neuromotoria, mentale e psichica, dipendenti da qualunque causa, ma possono essere indirizzati anche a individui sani.
L’assunto di base è che gli animali siano in grado di influire positivamente sul benessere della persona e sulle sue condizioni psicologiche, fisiche e intellettive, migliorando la qualità della vita, riducendo il senso di solitudine, aumentando la propensione all’apprendimento e la motivazione a conseguire obiettivi. Prerequisito di ogni forma di intervento è l’interesse e la motivazione ad entrare in contatto con l’animale. Si è pertanto osservata la diffusione in diversi ambiti, sia pubblici che privati, degli Interventi Assistiti con gli Animali.    

Le Attività Assistite con gli Animali (AAA) sono interventi di tipo ricreativo con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone. L’animale funge in questo caso da stimolo positivo e da elemento di motivazione. Non trattandosi di progetti individuali e specifici, gli obiettivi sono molto generici (ad esempio il benessere delle persone o l’apprendimento di atteggiamenti corretti verso gli animali) e possono rivolgersi anche a gruppi non omogenei (per patologia, età, etc.). Solitamente sono proposte nei centri diurni per disabili (CDD), in strutture residenziali per anziani e nelle scuole.

L’Educazione Assistita con gli Animali (EAA) ha finalità più specifiche riguardanti la sfera educativa, cognitiva e dell’apprendimento. Durante gli incontri, individuali o di gruppo, il conduttore dell’animale deve essere supportato da un educatore o da un insegnante, che si prefigge obiettivi di natura educativa.

Le Terapie Assistite con gli Animali (TAA) consistono in sedute che hanno obiettivi predefiniti e precisi, con l’intento di migliorare le diverse funzioni del paziente (fisiche, sociali, psicologiche, emotive, affettive, cognitive). La terapia è diretta da un professionista (medico, psicologo, fisioterapista, psicomotricista, terapista occupazionale, …) con esperienza specifica nel campo, nell’ambito dell’esercizio della propria professione, in base alle caratteristiche del progetto e degli obiettivi stabiliti per gli utenti coinvolti. L’animale, che risponde a determinati prerequisiti, diventa uno “strumento terapeutico” e quindi parte integrante del trattamento.

CONTATTACI